Direttiva Europea sulle Case Green: Promuovere l’Efficienza Energetica e l’Innovazione nel Settore Edilizio

News BioEdilizia
Torna al blog

La direttiva sulle Case Green

Il 12 aprile, il Consiglio dei ministri europei dell’Economia e delle Finanze ha dato il via libera definitivo alla direttiva sulla prestazione energetica degli edifici, comunemente nota come “direttiva sulle case green”. Questa direttiva, approvata con ampio sostegno da parte degli Stati membri dell’Unione Europea, ha l’obiettivo primario di migliorare l’efficienza energetica degli edifici, con conseguente riduzione del consumo energetico e delle emissioni di gas serra entro il 2035, con un ulteriore traguardo di rendere gli edifici a emissioni zero entro il 2050.

Le disposizioni della direttiva riguardano sia gli edifici residenziali che quelli non residenziali. Gli Stati membri sono tenuti a ridurre il consumo energetico degli edifici residenziali del 16% entro il 2030 e del 20% entro il 2035, con particolare attenzione agli interventi prioritari per gli edifici con prestazioni energetiche inferiori, inclusi quelli danneggiati da calamità naturali.

Per quanto riguarda gli edifici non residenziali, la direttiva prevede che entro il 2030 venga ristrutturato il 16% degli edifici e entro il 2033 il 26%, con l’obbligo di rispettare nuove norme minime di prestazioni energetiche.

Un punto cruciale della direttiva riguarda anche i nuovi edifici, sia residenziali che non residenziali, che dovranno diventare a “emissioni zero” a partire dal 2028 per gli edifici pubblici e dal 2030 per quelli privati. Questi edifici ad altissima prestazione energetica dovranno fare uso di fonti rinnovabili per la loro energia.

Tuttavia, la direttiva prevede esenzioni per alcune categorie di edifici e fornisce deroghe per gli edifici temporanei o di dimensioni ridotte.

L’aspetto più importante è che la direttiva non impone obblighi ai singoli proprietari di case, lasciando agli Stati membri il compito di definire le politiche necessarie per raggiungere gli obiettivi.

Prospettive di un Futuro Sostenibile

Parallelamente, la direttiva offre un’opportunità significativa per il settore delle costruzioni in legno. Queste costruzioni, già conosciute per la loro efficienza energetica, ora possono essere ulteriormente promosse e incentivante, offrendo numerosi vantaggi sia dal punto di vista energetico che ambientale. La loro versatilità, resistenza sismica e flessibilità architettonica le rendono una scelta ideale per una vasta gamma di progetti.

In conclusione, la direttiva europea sulle case green rappresenta un passo importante verso un futuro più sostenibile nel settore edilizio. Tuttavia, resta da affrontare la questione dei costi e del finanziamento delle misure necessarie per attuare la direttiva. Nonostante ciò, questa direttiva offre una grande opportunità per promuovere l’efficienza energetica, l’innovazione e la sostenibilità nel settore delle costruzioni in tutta l’Unione Europea.

Contattaci per maggiori informazioni

Compila il form
Contattaci